martedì, novembre 06, 2007

Relazione Riepilogativa dell'anno 2006/2007


Egr. Sigg.


L’ anno scolastico 2006/2007 è stato il primo anno di attività operativa del nostro Comitato che, ricordo a tutti gli aderenti, ha la funzione di rendere la scuola più vicina ai genitori per migliorare la vita sociale ed educativa dei figli oltre ad avviare una maggiore sensibilizzazione collaborativa dei genitori con la scuola.

Il Comitato si è adoperato in tal senso scontrandosi più volte con la controparte (il corpo docenti) nella realizzazione dell’oggetto sociale.

Le prime divergenze si sono avute nella riunione del primo interclasse dell’anno, a seguito della mancata comunicazione sulle attività il cui costo gravano sulle famiglie, e più precisamente in questo caso sul progetto musica, per il quale lo scrivente aveva richiesto espressamente che venissero informati i genitori sugli obiettivi che si prefiggeva il progetto e il ritorno che aveva sulla cultura dei bambini. Anche quest’anno l’informativa non è stata data.

La seconda divergenza si è avuta nella realizzazione del giornalino, voluto dal comitato, ma allargato alle insegnanti per volontà della direzione didattica.

Le Docenti nello spirito collaborativo, nella prima edizione, hanno comunicato soltanto all’ultimo giorno utile, prima di andare in stampa, la loro non disponibilità a fornire supporto alla realizzazione. Dall’altra parte anche da parte dei genitori c’è stato uno scarso coinvolgimento nella prima edizione conseguente ai tempi stretti che sono stati necessari per realizzarlo. Siamo però riusciti ad andare in stampa sia nella prima edizione come pure con la seconda edizione. Non siamo comunque a mio avviso riusciti a centrare l’obiettivo in quanto ciò che è stato realizzato è uno strumento per adulti e non per i bambini. Cosa che a mio modesto parere dovrebbe essere.

La nostra controparte sin dall’inizio dell’anno scolastico si è dimostrata contraria e restia a favorire un avvicinamento comitato genitori-docenti e spero che quest’anno siano più propensi ad uno spirito collaborativo e cooperativo.

Premesso quanto sopra Vi rendo edotti sulle situazioni e comportamenti che si sono avuti nell’anno da parte di insegnati che si sono dimostrati coerenti con l’impegno che si sono assunti dando per primi l’esempio di correttezza civica e moralità sociale. Ringrazio e porto a conoscenza di tutti questa moralità e confido che servano da esempio per quei colleghi giovani e con anzianità alle spalle che hanno avuto comportamenti diametralmente opposti.

Ringraziamo in tal senso la Sig.ra Docente (insegnante/supplente di religione) che rispettosa delle regole dettate dal ministro della pubblica istruzione, e dal cartello esposto in atrio della nostra scuola, ha provveduto a scusarsi pubblicamente con gli alunni in seguito allo squillare del suo Cellulare durante l’ora di lezione; maggiore merito perché ha provveduto a disattivare lo stesso definitivamente senza neppure interloquire o verificare il chiamante.

Alle Docenti che hanno trasferito il proprio amore per la lettura, inteso come momento di svago, di evasione pura dalla realtà, di approfondimento interiore, conoscenza di esperienze d’altri che possono diventare le proprie; su come intraprendere il cammino verso uno o l’altro libro, autore, genere ed assaporare la bellezza di un momento in libreria. Ringraziamo tutte le docenti ed in particolare la Sig.ra Docente Prevalente della 5a, Sig.ra Docente Prevalente della 3B e la Sig.ra Docente Prevalente della 5B responsabile del progetto.

A questo purtroppo dobbiamo rilevare spiacevoli situazioni da parte degli educatori non conformi alle direttive di comportamento e finalità proprie dell’educatore come richiesto dal ministero della pubblica istruzione.

Speriamo che quest’anno non si verifichino più situazioni in cui educatori non riescono a controllare i loro problemi e tensioni scaricando le stesse sui bambini o Educatori che non sono in grado di avere l’autorevolezza sufficiente e quindi denigrano o imbarazzano i bambini ponendosi detentori delle verità anche quando sbagliano e non sono capaci di riconoscere i propri errori. Docenti che consapevoli della loro autorevolezza sui bambini, che dovrebbero educare, ne approfittano mettono in imbarazzo i singoli nei confronti dei più. Docenti incapaci di avere un dialogo costruttivo con i genitori e creano situazioni di moobing sul bambino. Nel specifico si sono verificate situazioni in cui un insegnante durante la lezione è stato ripreso da un alunno perché ripetutamente armeggiava con il cellulare e come risposta incoerente, asseriva: che era, in prima battuta la calcolatrice, e poi, confutata dalla classe, asseriva di essere autorizzata perché in casa non aveva il telefono fisso; o dell'insegnante che durante una giornata invernale per una disobbedienza dell’alunno l’ha punito lasciandolo a piedi nudi nell’atrio esterno della scuola (circa 7 minuti); o Insegnanti che durante la mensa mettono i bambini alla gogna costringendoli a mangiare in piedi a seguito di comportamenti non rispettosi delle richieste dell'insegnante stesso. Sicuramente la punizione per il mancato rispetto delle regole era doverosa, ma non di tale portata considerando che poi nel momento della ricreazione i bambini si scatenano e sono allo sbando il più delle volte, cosa che non dovrebbe essere, ma come dice il nostro direttore dovrebbero essere le insegnati che sono predisposte a produrre la sollecitazione di convivenza civile con attività ricreative. Queste situazioni dovrebbero essere rilevate dalla istituzione, e non dovrebbero accadere più non perché i docenti intimoriscono i bambini affinché non riportino ai genitori l’andamento della giornata (insegnamento dell’omertà), ma perché i docenti rispettano le regole esistenti.

Spero che queste situazioni possano, in questo nuovo anno scolastico, essere corrette e non far più parte della normale vita scolastica della nostra scuola. (Ho avuto la sensazione che l’istituzione abbia preso gli adeguati provvedimenti).

Segnalo alcune richieste che ci sono pervenute da genitori che non ho ancora sottoposto alla dirigenza scolastica:

- E' stato richiesto se fosse possibile istituire un Tempo di intrattenimento nel pomeriggio del venerdì. I bambini manterrebbero il tempo pieno anche in questa giornata integrando le ore pomeridiane con l'eventuale catechesi.

- Più voci stanno chiedendo che ci siano dei percorsi specifici per l'apprendimento dell'uso del computer e di internet sicuro da parte dei bambini.

- E’ stato richiesto che non vengano ridotte le ore del progetto di ginnastica perché ritenuto utile e necessario e non sostituibile con lo stesso percorso effettuato da insegnati che non conoscono la materia e non sono in grado di dare una corretta impostazione di base all’attività motoria.

Il Comitato si è occupato anche della mensa e grazie all’intervento di tutti presidenti dei plessi all'inizio dell’anno è stato attivato un monitoraggio che identificava la qualità del servizio e il gradimento da parte dei bambini del prodotto offerto. Grazie a questo controllo il Comitato ha potuto collaborare con il Comune (committente nei confronti della società realizzatrice dei pasti) per realizzare quest’anno che i menù vengano realizzati utilizzano quelle pietanze che maggiormente vengono gradite dalla maggioranza degli utilizzatori della mensa. Mi auguro che un adeguato controllo affini ancora di più la conoscenza sulla tipologia di menù quindicinale gradito al fine di avere sulla tavola dei nostri bambini varietà di prodotti e pietanze gradite.

Il Comitato dei genitori si e impegnato nei seguenti progetti con mezzi messi a disposizione da tutti i genitori e con il sostegno economico del fondo del comitato.

Progetto lavori di natale:

su richiesta delle insegnati il comitato ha messo a disposizione le proprie risorse e la conoscenza degli aderenti che ha permesso di trovare sul mercato i materiali necessari con risparmi per la comunità.

Progetto Interculturale:

le classi terze hanno avuta un incontro con bambini di culture diverse ed assieme hanno realizzato una T-Shirt con stampa con il contributo dei genitori che hanno provveduto alla fornitura delle T-Shirt e dei colori da stampa per tessuto altre alla realizzazione di un piccolo rinfresco.

Festa di Natale:

L’allestimento delle attività per la giornata prima dell’inizio delle vacanze invernali con rinfresco dolce/salato per genitori e bambini .

Progetto Libri:

Sono stati acquistati libri e materiali didattici per la biblioteca e i bambini con la raccolta fondi a sostegno del progetto. Portando un immobilizzo per la biblioteca scolastica abbastanza rilevante se accorpato con il contributo concesso alla biblioteca anche da parte del Comune. Inoltre Ci siamo resi disponibili ad acquistare, per il laboratorio di inglese, un corso multimediale. Non ha avuto seguito e siamo ancora in attesa di una comunicazione, da parte del corpo docente, sulla pubblicazione da acquistare, in quanto il Prodotto idoneo ed utilizzabile con gli strumenti in dotazione alla scuola non è stato individuato. Abbiamo preventivato una spesa di 230,00. euro somma conforme al corso di inglese della De Agostini/Disney richiesto in prima istanza.

Progetto giornalino:

Nella giornata della festa delle vacanze di natale è stata distribuita la prima edizione del giornalino di circolo. Il giornalino è stampato in collaborazione con gli altri plessi e noi li abbiamo distribuiti a tutti i bambini della scuola, al corpo docente, al personale ATA.

La seconda edizione distribuita nella giornata della festa di fine anno scolastico sono stati distribuiti 220 giornalini.

Giochi della Gioventù:

Per i giochi della gioventù che si sono svolti al parco di Pove il Comitato ha voluto offrire a tutti i bambini della scuola la merenda distribuita durante la manifestazione dell'organizzazione dei giochi.

Festa di fine anno:

Il comitato ha allestito lo stand torte e bibite per i bambini. Tutte le mamme come ogni anno hanno prodotto una o più torte dolci o salate mentre il comitato a contribuito con bibite e le vettovaglie

Altre spese

Abbiamo sostenuto la spesa per l’acquisto di una lavatrice per il lavaggio gli stracci con cui vengono puliti i locali della scuola. La precedente aveva il cestello bucato ed era inutilizzabile. Gli enti preposti non avevano i fondi per l’acquisto di una nuova apparecchiatura e quindi abbiamo sostenuto spesa.

Il Comitato ha collaborato con gli altri plessi per la realizzazione di attività di vario genere dando il proprio supporto a:

  • la marcia organizzata dal comitato di San Giacomo;

  • la realizzazione e redazione del giornalino;

  • fornitura di allestimenti Autobus del plesso di Felette (Autoradio con CD).

Il Comitato al fine di riuscire a coinvolgere maggiormente i genitori e i propri aderenti, non tanto con la presenza attiva, ma con la partecipazione a mezzo di suggerimenti: da lasciare sul Blog del Comitato o da richieste a mezzo Email o con comunicazione scritta lasciata al proprio rappresentante di classe, ha richiesto una maggiore visibilità anche al comune chiedendo verbalmente al Sindaco che venga realizzata una bacheca , tra gli ulivi della piazza, su cui il Comitato possa porre le proprie comunicazioni e siano visibili da tutti, cosa che attualmente non e possibile essendo interdetto lo spazio, ai genitori durante l’entrata e l’uscita dei figli dalla scuola, dove attualmente è esistente la bacheca. E’ stato richiesto inoltre che sul sito del comune, tra le associazioni, venga indicando anche la nostra ONLUS; attualmente non presente.

Si confida che la gran parte degli aderenti abbiamo preso in esame la comunicazione e abbiano considerato la possibilità di offrire nella denuncia dei redditi la quota del 5x1000 alla nostra ONLUS. quota che non richiedeva nessun esborso di denaro da parte del contribuente, ma solo la fatica di porre il Codice fiscale della nostra ONLUS e la firma, in modo tale d’avere la possibilità di accedere ad ulteriori fonti per sviluppare progetti utili alla scuola.

Come si vede l’andamento generale del comitato sotto il profilo operativo ha richiesto impegno da parte di tutti i componenti del consiglio direttivo e delle persone che hanno messo a disposizione il loro tempo libero.

Ringrazio tutti coloro che hanno dato suggerimenti di qualsiasi genere che da parte del sottoscritto sono stati recepiti e sottoposti all'accettazione della maggioranza e tutti coloro che si sono adoperati per realizzare i progetti e le manifestazioni.

Grazie ed un cordiale auguro per una maggiore collaborazione docenti-comitato.

Pove del Grappa, li 5 novembre 2007

il Presidente

Romano Ritossa

Etichette:

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home